Parlare di prevenzione , significa occuparsi della persona nella sua interezza di mente e corpo. Recenti studi hanno dimostrato come, in generale, “ coltivare la mente”, può contrastare comportamenti a rischio e stili di vita sbagliati e mettere in atto meccanismi che producono effetti benefici sull’organismo. L’arte in particolare, per la sua immediatezza e per la capacità di stimolare forti emozioni e di liberare lo spirito, può fornire quell’aiuto necessario per distogliere l’attenzione patologica da problemi riguardanti la salute e può diventare essa stessa cura propedeutica per affrontare con animo più sereno le pratiche mediche. Un ospedale può quindi diventare il luogo di un percorso in cui la medicina ha cura del corpo e l’arte dell’anima.
Il progetto ” L’Arte in Ospedale”, è pensato per svilupparsi in un ampio arco temporale, utilizzando ogni forma di arte (pittura, letteratura, musica, teatro, cinema, fotografia) e intende coinvolgere, non solo come fruitori, ma per quanto possibile come soggetti attivi, pazienti, personale sanitario, familiari e visitatori sia con laboratori estemporanei sia con eventi organizzati negli spazi ospedalieri- reparti e atrio- ovviamente in orari che non interferiscono con le cure mediche e con ampio anticipo di programmazione.
Per poter svolgere al meglio la suddetta attività, l’Associazione , come è nella sua natura, intende servirsi della collaborazione di altre Associazioni, Scuole ed Enti Pubblici, artisti locali e non, e chiunque sia disponibile a mettere a servizio del progetto i propri” talenti”.